L’Associazione Serpente Bianco ha organizzato fino ad oggi sette viaggi turistico culturali o di studio in Cina

estate 1987

la prima volta
Pechino, Shanghai, Suzhou, Hangzhou. Primo viaggio in Cina del Serpente Bianco finalizzato prevalentemente all’approfondimento della lingua.
Ricordiamo l’aspetto davvero rurale ma anche genuino della Cina di allora.
Quante cose ci mancano quell’epoca! Nella crescita sfrenata del paese non è cambiato solo l’aspetto urbanistico, ma proprio tutto, comprese le abitudini e il carattere dei cinesi.
viaggi_09
Pechino, la stazione ferroviaria, agosto 1987 (foto Serpente Bianco)

estate 1992

Alla ricerca dei maestri
Pechino, viaggio studio per la pratica delle arti marziali

Un intenso periodo di studio ed allenamento all’Istituto di Educazione Fisica di Pechino con un gruppo di 20 amici e studenti.

Partecipazione al Torneo Jingwu di Tianjin e infine viaggio a sud del Grande Fiume (Hangzhou, Suzhou).
viaggi_08
Pechino, la residenza estiva del romanziere Cao Xueqin, agosto 1992 (foto Serpente Bianco)

inverno 2000

La capitale delle rondini
Pechino

La Pechino invernale. Visita al Palazzo d’Estate, grande Muraglia a Badaling, tombe Ming, tempio tibetano Yonghegong, Badachu, parco Zizhuyuan, Città Proibita, parco Beihai, tempio taoista Baiyunguan, tempio confuciano Wenmiao.

viaggi_07
Pechino, la Città proibita, porta Wumen, dicembre 2000 (foto Serpente Bianco)

primavera 2002

La rigidezza del nord, la dolcezza del sud
Pechino, Zhengzhou, Gongyi, Shaolin, Chenjiagou, Suzhou, Pechino

Viaggio alla scoperta delle radici storico-culturali cinesi. Oltre alla capitale e ai suoi principali monumenti, abbiamo visitato il celebre monastero di Shaolin, la grotta di Bodhidharma, il santuario del Secondo Patriarca, il cimitero delle pagode, l’antico tempio taoista Zhongyuemiao sul monte Song, ma anche Chenjiagou, il villaggio del Taijiquan, con la casa di Chen Dehu e le tombe di famiglia, nonché gli splendidi giardini di Suzhou.

viaggi_06
Shaolin, la grotta di Bodhidharma, marzo 2002 (foto Serpente Bianco)

primavera 2003

La città purpurea, la sacra vetta, il placido lago

Pechino, Qufu, Taishan, Hangzhou (annullato causa epidemia SARS)

viaggi_05

capodanno 2004

La Cina degli altri
Yunnan: Kunming, Dali, Lijiang, Shangrila Abbiamo alloggiato nel quartiere musulmano di Kunming, che ci ha fornito la mattina deliziose colazioni o la sera spiedini di pecora speziati ed altre leccornie.

A Dali, antica capitale del Regno Bai, un’etnia ancora fortemente presente in città, abbiamo visitato gli antichi templi cittadini, il lago Erhai, il cimitero e le piantagioni di tè disseminati sulle colline, le case della gente.
Abbiamo assistito ad un rito propiziatorio al Dio del Denaro e partecipato ad una gremitissima e coloratissima messa di Natale nella locale chiesa protestante.

Lijiang è un luogo meraviglioso, meta favorita del turismo orientale, con i suoi canali, le osterie a conduzione familiare, le frittelle, il parco del Drago Nero, ove ancora è venerato il Re Dragone.

L’etnia Naxi, un tempo maggioritaria in questa vallata, occupa ancora le campagne ed abbiamo avuto modo di conoscerla nel villaggio di Baisha.
Un lungo ed avventuroso viaggio tra le gole scoscese del Fiume dalla Sabbia Dorata ci ha portato alla Roccia del Salto della Tigre ed infine nella vallata tibetana di Zhongdian (Shangrila) con i suoi bellissimi templi e le massicce fattorie.

viaggi_04
Un villaggio dell’etnia Bai sulla sponde del lago Erhai Yunnan, dicembre 2004 (foto Serpente Bianco)
viaggi_03
Monaci tibetani in preghiera, Zhongdian, Yunnan, dicembre 2004 (foto Serpente Bianco)

estate 2007

Tra eremi montani, antichi monasteri e preziosi giardini
Pechino, Taiyuan, Pingyao, Wutaishan, Pechino

[…] La Provincia di Shanxi, piuttosto esclusa dalle mete turistiche classiche e pressoché sconosciuta agli stranieri, offre una ricchezza storico-artistica straordinaria.

Già la città di Taiyuan, fortemente danneggiata durante l’occupazione giapponese e la guerra civile, possiede ancora bellissimi templi in legno e mattoni, pagode antiche, musei tra i più importanti di tutta la Cina.

Pingyao, sulle Vie della Seta, è uno dei pochi esempi integri di città cinese d’epoca imperiale e presenta architetture stupefacenti, come gli antichi uffici dell’amministrazione civile e penale (yamen), il tempio di Confucio (risalente addirittura all’XI secolo), il tempio taoista, la torre del tamburo e la cinta muraria.

Abbiamo poi visitato la villa-fortezza della famiglia Qiao, ove fu girato il famoso film “Lanterne Rosse”, il bellissimo santuario Jinci ed infine, in una notte di nebbia, siamo saliti sul Wutaishan, uno dei 4 monti sacri del Buddhismo cinese, nonché uno dei più ferventi centri religiosi del paese. […]
viaggi_02
Pingyao, allenamento della squadra giovanile di wushu sotto le mura cittadine, agosto 2007 (foto Serpente Bianco)
viaggi_01
Pingyao, allenamento della squadra giovanile di wushu sotto le mura cittadine, agosto 2007 (foto Serpente Bianco)