Il sistema Daoyin Yangshenggong perpetua l’antichissima tradizione cinese degli esercizi per la salute (daoyin, wuqin xi, qigong, tuna, baduanjin, yijinjing, ecc.) ed è strettamente collegato alla medicina tradizionale cinese.
Il professor Zhang Guangde analizzò infatti il corpo e il suo funzionamento in base a principi fisiologici, all’eziologia e alla patologia nella medicina tradizionale cinese, costruendo una serie d’esercizi finalizzati alla prevenzione e alla cura di alcuni disturbi nei principali organi e apparati del corpo.


Il sistema daoyin yangshenggong è dunque fondato sulla teoria yinyang, dei cinque agenti, e dei meridiani energetici. La postura, i movimenti e la concentrazione su punti particolari sono frutto di uno studio attento che ha per scopo la stimolazione e il riequilibrio del flusso energetico nei meridiani e nei relativi organi.


Ogni singolo esercizio (gongfa) ha caratteristiche peculiari proprie che servono da linee guida per la pratica individuale. Applicando i principi alla tecnica si ottiene l’efficacia dell’esercizio.
daoyin6
Il meridiano del polmone, illustrazione da Chen Xin Chenshi taijiquan tushuo

 

daoyin7
Il professor Zhang Guangde in yangsheng taijizhang diyi tao